E’ arrivato giugno!

Hombolo 14 giugno 2019

Finalmente giugno è arrivato! Veramente non ne potevo più del caldo infernale, del sole sempre a picco che mi arrostiva il cervello (già fuso di suo) e della fatica che tutto ciò comportava.
Adesso, qui in Tanzania, siamo nella stagione più fresca, diciamo un caldo autunno dove gli alberi perdono le foglie e, quella poca erba rimasta dalle scarse piogge di quest’anno ingiallisce e lascia il posto alla polvere sollevata dal vento.
Giugno dovrebbe essere anche il mese dei raccolti ma, quest’anno più che mai, le messi sono scarsissime e si prospetta un lungo periodo di fame. Anche i girasoli sono piccolissimi e ci regalano pochi semi per produrre l’olio. E’ un grosso problema anche per la nostra scuola, il costo del mais è altissimo e continua ad aumentare, meno male che abbiamo fatto una grossa scorta quando ancora il prezzo era accessibile, ora però temo aumenteranno moltissimo anche il riso e i fagioli.
Giugno è anche il mese delle vacanze scolastiche di metà anno, il 7 giugno tutte le scuole hanno chiuso e riapriranno l’otto luglio ed è quindi il periodo in cui i bambini maschi vengono sottoposti al rito della circoncisione. E’ una tradizione molto radicata e importante per questa tribù, non c’è una età precisa perché i genitori aspettano una buona annata con un raccolto abbondante, temo che quest’anno, qui ad Hombolo, saranno pochi i bambini da festeggiare. Il rito della circoncisione viene accompagnato da canti e balli ed è per questo che in questo periodo, il suono dei tamburi ci accompagna giorno e notte.
Immagino che in Italia sia arrivata l’estate, il sole, il caldo e l’attesa impaziente delle vacanze.
Auguro a tutti voi una buona estate però, non dimenticatevi dei nostri bambini eh!!!
Maria Carla

Buona Pasqua

Una Serena Pasqua da tutti noi dell’Associazione CLUP, da Maria Carla e da tutti i nostri bambini.
Grazie per permetterci di riuscire a fare sognare i bambini di Hombolo
Buona Pasqua a chi ancora spera.
A chi crede che domani sarà migliore.
A chi non lascia infrangere i sogni.
A chi porta la pace nel cuore.

“Ho un sogno che un giorno i bambini diventeranno bambini in tutte le parti del mondo,
Ho un sogno che un giorno i bambini africani avranno la possibilità di giocare e studiare come bambini,
Ho un sogno che un giorno loro deporranno le armi perché non ne avranno più bisogno,
Ho un sogno che un giorno loro verranno ascoltati,
tollerati e che potranno anche decidere cosa fare da grandi.
Nel mio sogno vedo che i bambini africani non moriranno più di fame, sete e malattie banali,
Nel mio sogno vedo che questi bambini andranno a scuola la mattina anziché andare nei vari cantieri,
Nel mio sogno vedo che questi bambini lasceranno le grotte, i tombini e le strade per andare a dormire nelle case.
Ho un sogno che un giorno i bambini africani
lasceranno i campi profughi,
Ho un sogno che un giorno loro non avranno più bisogno di camminare per chilometri in cerca d’acqua sporca da bere,
Ho un sogno che un giorno i loro piedi saranno protetti dalle scarpe e i loro corpi coperti dai vestiti.
Nel mio sogno vedo che i bambini africani avranno la possibilità di vaccinarsi contro le malattie infantili,
Nel mio sogno vedo che i loro destini non saranno più decisi dalle tragedie causate dai grandi,
Nel mio sogno vedo che i bambini africani avranno la possibilità di riuscire un giorno a sognare!!! ”
(Blessing Sunday Osuchukwu)