Archive for 17 gennaio 2012

Gennaio 2012

Carissimi,
spero che il nuovo anno sia per voi incominciato nel migliore dei modi, vi auguro di realizzare tutti i sogni e le speranze e che il 2012 sia colmo di gioia, pace e serenità.
Non posso fare a meno di esprimere tutta la mia amarezza e la mia rabbia quando sento le notizie che arrivano dalla nostra Italia, venire a conoscenza che durante le feste di Natale e Capodanno sono finite nella spazzatura migliaia di tonnellate di cibo, mi sconvolge, mi rattrista, mi fa vergognare e stare male nel vedere la povertà e la fame che mi circondano.
Qui ci sono bambini che non mangiano mai la carne, non mangiano mai la frutta, non bevono mai il latte, non mangiano mai le uova, non mangiano mai il riso, non conoscono la cioccolata, il gelato, le merendine…… Le loro pance sono gonfie di polenta mangiata in grande quantità per sentirsi sazi, e noi…. noi buttiamo via ogni ben di Dio, ma com’è possibile?
Una settimana fa ho incontrato una nonna, tutta pelle e ossa, portava sulle spalle sua nipote di nove anni e andava in cerca di aiuto perchè la piccola stava male.
Aveva la febbre alta, tanto magra che sembrava un uccellino, le braccia così sottili che temevo si potessero spezzare solo a prenderla per mano, non aveva quasi la forza di respirare, non c’era bisogno di essere un medico per capire che la piccola era in uno stato di denutrizione totale.
L’ho portata immediatamente nel piccolo ospedale di Hombolo dove le è stato riscontrata anche la “salmonella tiphi”, meno male che avevano le medicine del caso e, con l’aiuto di zucchero, frutta e cibo buono che le porto, sembra riesca a cavarsela.

E mentre i nostri bambini saranno già stanchi dei giocattoli che hanno ricevuto a Natale, tanti bambini di Hombolo invece di andare a scuola rompono i sassi col martello per fare la ghiaia, vanno a prendere l’acqua lontano, portano le capre al pascolo, fanno da mamma ai fratellini, non sorridono, non sperimentano mai nessun amore……

Maria Carla

Gennaio 2012

Carissimi amici
dopo un breve periodo trascorso in Italia eccomi rientrata ad Hombolo.
Finalmente è iniziata la stagione delle piogge e speriamo che continuino in modo regolare senza procurare danni, come putroppo invece è successo settimana scorsa, quando un terribile temporale ha distrutto parte del raccolto e danneggiato diverse case, le quali essendo fatte con mattoni di fango sono molto fragili.
Abbiamo già arato e seminato il nostro campo con il trattore arrivato con il container ed ora stiamo dando una mano ad arare i campi dei contadini di Hombolo!
Il 9 Gennaio è ricominciato l’anno scolastico e siamo riusciti a portare ben dieci bambini adottati a distanza a studiare ad Iringa, dove la scuola è nettamente migliore rispetto a quella di Hombolo e dove speriamo possano avere una buona istruzione.
Finalmente abbiamo fatto il primo passo importante per la realizzaione del nostro nuovo progetto: abbiamo comprato il terreno dove vorremmo costruire una nuova scuola primaria ad Hombolo!
Si realizzerà cosí un mio sogno, riuscire a dare ai bambini del paese una scuola dove possano studiare veramente e dove il livello d’istruzione delle maestre possa essere decisamente superiore rispetto alla scuola primaria che esiste ora!
Con affetto Mariacarla